Una residenza esclusiva in Olanda. Il riutilizzo della Torre

Zecc Architects sono stati scelti per la riqualificazione e il restauro della torre dell'acqua, alta 24 metri, trasformata in una casa ben organizzata e spazialmente interessante

Il progetto mette in evidenza le elevate esigenze di qualità della vita per la famiglia dei committenti e attribuisce grande importanza al mantenimento a lungo termine della torre, oltre ai necessari cambiamenti strutturali e ai significativi investimenti nel recupero tecnico della sezione del serbatoio

La facciata della torre al piano terra, era completamente chiusa, non vi era alcuna relazione con il giardino e non filtrava luce all’interno. Uno degli obiettivi principali era quello di migliorare l’illuminazione diurna e rafforzare il rapporto con lo spazio esterno. Altre sfide giacevano nel preservare le caratteristiche industriali al suo interno, la corretta organizzazione all’interno di diversi spazi piccoli a pianta rotonda, uno sopra l’altro per mantenere la spazialità della torre

Il diametro ridotto di 6 metri e la necessaria organizzazione verticale del progetto erano sostanzialmente impraticabili. Le funzioni ora dividono accuratamente la torre nella routine quotidiana della famiglia, evitando scale e funzioni non necessarie per sfruttare al massimo lo spazio

Il fondo di acciaio del serbatoio dell’acqua divideva originariamente la torre in due parti: la parte superiore cilindrica in cui il serbatoio è stato posto in diversi strati, e la torre al di sotto

Nella parte inferiore il progetto prevede la ‘tradizionale’ zona residenziale di un’abitazione: cucina, soggiorno e camere per bambini. Direttamente sotto il serbatoio dell’acqua è posizionato il bagno, per enfatizzare il rapporto con l’originaria funzione. La parte bassa è utilizzata principalmente durante il giorno ed è orientata verso la strada e il giardino. A questo scopo, un’ampia finestra è stata posizionata nella curva della muratura

Nella parte posteriore, la torre ha tre piani che sono stati tagliati per godere di un unico grande fronte. Questo rafforza il rapporto con il giardino e permette alla luce del giorno di filtrare all’interno, un’operazione che garantisce una elevata qualità della vita. La facciata è rivolta verso l’esterno, creando un vuoto interno che crea una connessione aperta tra i vari piani del progetto

Le nuove finestre sono accuratamente integrate nella forma e nei particolari, nella torre esistente. Nei nuovi pavimenti in cemento per interni che utilizzano scale a chiocciola continui di materiali diversi sono collegati tra loro, in modo che ogni livello abbia il proprio carattere. I particolari ed i materiali rafforzano il carattere industriale della torre

La parte superiore della torre è uno spazio cilindrico, dentro è stato realizzato un ‘oggetto’ rettangolare. Il disegno ortogonale assicura che l’esperienza spaziale del serbatoio venga migliorata. L’oggetto è uno spazio esclusivo e ospita ambienti per dormire, lavorare, per la sauna ed il letto, dove la sera i genitori possono ritirarsi. L’oggetto scultoreo nel serbatoio è composto da pavimenti, scale, pareti e armadi

Attraverso una scala a chiocciola in acciaio mediante l’ex apertura di ventilazione originale si raggiunge il tetto. Il percorso per il tetto avviene tramite una nuova lanterna di vetro e acciaio trasparente, che ancora una volta evidenzia che la torre dell’acqua è oggi abitata

GALLERY

Paesi Bassi
Edificio Storico
Recupero
PROGETTISTA

DATI PROGETTO

Località: Utrecht, Olanda
Tipologia: Edificio Storico
Arkitecture ADV 03 - 300x400
Arkitecture ADV 01 - 300x250