Start-up immobiliare a Lecco. Recupero “diagonale” innovativo

L’intervento di ristrutturazione riguarda l’ufficio immobiliare dell’Architetto Silvia Vienna Panza per una nuova start-up fondata nel 2015 a Lecco, Lombardia, dall’anima innovativa e contemporanea che si discosta dalla classica accezione di agenzia

Lo spazio lavorativo progettato dall’Architetto Silvia Vienna Panza è lontano dal concept di un ufficio ma devia verso il retail e lo spazio commerciale. Il progetto degli interni muove da alcuni principi fondamentali architettonici e culturali

La figura del triangolo è immediatamente riconoscibile negli arredi e nelle finiture, che richiama gli aspetti religiosi della trinità, il legame simbolico con i quattro elementi e il rapporto geometrico di equilibrio e dell’ordine

Particolare attenzione è stata riservata dall’Architetto alla scelta dei materiali utilizzati negli interni, poichè tutti hanno una stretta relazione con il territorio e con la tradizione: il ferro viene utilizzato come pavimento, separè o arredo per richiamare l’eccezionale attività industriale siderurgica del lecchese, mentre l’impiego del legno grezzo rapporta il territorio con l’ambiente montano delle prealpi lombarde

La presenza del viso in macroscala della Venere del Botticelli introduce un collegamento con l’arte che, grazie alla sua universale riconoscibilità, rassicura il cliente e conferisce all’ambiente una sensazione di calda domesticità femminile

Il progetto comprende tutti gli aspetti degli interni, dalle opere murarie di ristrutturazione, alle finiture interne, fino al progetto degli arredi su misura. Planimetricamente il layout è stato suddiviso in due aree principali: la zona fronte strada, dedicata alle vetrine, all’ingresso e al lavoro da computer, e la zona retrostante con un grande tavolo centrale dedicata alle riunioni e al lavoro da ufficio

Non è stato dato carattere alle diverse zone, per lasciare la possibilità che le esigenze del momento determinino le funzionalità dello spazio. La matrice principale per la costruzione geometrica spaziale e di arredo è stata la direttrice diagonale che collega l’ingresso con il varco verso l’area riunioni

Da questa angolazione ha avuto origine il controsoffitto della reception, che specchiato a terra determina l’andamento del pavimento e la geometria dei tavoli. Angoli acuti e rette intersecanti sono gli elementi base di progettazione: le fughe del pavimento triangolare di ingresso vengono riportate amplificate nel controsoffitto della reception; gli angoli acuti dei tavoli corrispondono all’andamento dei pavimenti

Le scrivanie sono dei tavoli fatti su misura in forme anomale: un trapezio scaleno, un rettangolo lungo 4 metri, un lungo poligono culminante con un forte angolo acuto. La funzione è ibrida in modo che non esiste un uso o una posizione migliore. L’obiettivo raggiunto dall’Architetto Silvia Vienna Panza è stato declinare aspetti aulici come l’arte, l’architettura e alcuni significati simbolici in uno spazio commerciale aperto a qualsiasi tipologia di clientela

GALLERY

Italia
Commerciale
Restauro
PROGETTISTA
Silvia Panza

DATI PROGETTO

Località: Lecco, Italia
Tipologia: Commerciale
Arkitecture ADV 03 - 300x400

NEWS

Arkitecture ADV 01 - 300x250