Riqualificazione residenziale a Venezia. Architettura a protezione del moto del mare

Il progetto di riqualificazione alle Fondamenta di San Giobbe a Venezia, realizzato dallo studio Act_Romegialli, interessa un piccolo spazio residenziale al piano terra. Un tempo adibito a bottega è negli anni convertito ad abitazione temporanea

Il progetto di ristrutturazione dello spazio effettuato dallo studio di Architettura Act_Romegialli, a Venezia, riorganizza le partiture interne e gli arredi ed interviene con degli elementi tecnici per bonificare infiltrazioni ed umidità e proteggere dalle alte maree periodiche

Una vasca impermeabile è stata realizzata in c.a. con dei cordoli verticali lungo il perimetro delle pareti in aderenza alla soletta sottostante e sigillati tra loro attraverso dei giunti. La quota di sicurezza di +160cm organizza tutto lo spazio interno

Le parti dedicate alla piccola cucina e al bagno sono state posizionate alla quota di +160 cm su una soletta integrata con la vasca in c.a. di contenimento. Il pavimento interno, posto ad una quota di +122 cm. si pone ad una quota intermedia tra l’estradosso della vasca di protezione e le fondamenta esterne sul canale che sono a quota +84 cm. Partendo dalle considerazioni altimetriche delle maree e dalla quota esterna del marciapiede sulle fondamenta di San Giobbe, il progetto, per mettere a riparo lo spazio dall’acqua alta, evita di inserire le paratie mobili in acciaio (come in uso nella maggior parte dei piani terra veneziani) ma decide di dare continuità al cordolo verticale della vasca di contenimento generando così uno spazio sigillato e protetto lungo tutto il perimetro

Per accedere allo spazio abitato interno si percorrono dei gradini di forma irregolare che mediano lo spazio interno con quello esterno evitando così l’utilizzo della paratia temporanea. Tale quota perimetrale costante di +160 cm del muro in calcestruzzo conferisce allo spazio interno un senso di protezione ed intimità. Il cordolo di contenimento della vasca diventa così gradino, mensola, piano di appoggio per i mobili, pavimento per la cucina ed il bagno. Lo spazio della zona notte è anch’esso posto alla quota di +160 cm, con tavolame in legno in appoggio sui cordoli perimetrali. La vasca di contenimento in c.a. volutamente lasciata al grezzo dichiara in modo diretto la sua funzione tecnica e caratterizza ed organizza tutto il progetto

Una serie di mobili, contenitori, ante scorrevoli in vetro e legno organizzano il resto dello spazio. Un rivestimento ligneo con interposto del materiale idrofugo e isolante riveste la totalità delle pareti verticali a partire dalla quota interna di +160 cm

Tutti i mobili sono realizzati in legno con finitura superficiale a “piano sega” e dipinti a pennello in colore bianco puro. Le ceramiche della zona cucina e bagno sono realizzate a mano con decoro ad hoc in colore nero seppia

Lo studio di Architettura Act_Romegialli realizza un progetto di ingegneria idraulica. Un’infrastruttura tecnica, diviene lo spunto dal quale partire per la riconfigurazione complessiva dello spazio architettonico interno. Partendo dalla quota di medio-mare derivata dai rilevamenti dal 1870 al 2000 i progettisti hanno dedotto che una quota di +160 cm dal livello del mare mette in sicurezza dall’alta marea lo spazio oggetto dell’intervento

 

GALLERY

Italia
Residenza
Restauro
PROGETTISTA

DATI PROGETTO

Località: Venezia, Italia
Tipologia: Residenza
Arkitecture ADV Formazione 01 - 300x400

NEWS

Arkitecture ADV 03 - 300x250