Recupero per una Nuova residenza a Barcellona. Spazi ampi ed aperti per vivere

A Barcellona, l'Architetto Raul Sanchez ristruttura i locali di un ufficio adattandoli ad un uso residenziale. Ampi spazi luminosi per vivere la casa progettata in forma aperta ma che gode di un livello di privacy grazie al gioco geometrico spaziale

L’abitazione è accessibile da un vestibolo che vanta grandi ripiani; dopo un giro di 90 gradi, entriamo nella cucina, sala da pranzo e salotto, ma non è uno spazio che può essere visualizzato tutto in uno sguardo: in primo luogo vediamo la cucina spaziosa e generosa, composta da due Tetris- come braccia di diverse profondità e un’isola che lo distingue dal contiguo salotto; esattamente a questo punto le pareti si innalzano a 45 gradi e insinuano un corridoio che scivola verso altre stanze. Al di là dell’isola di cucina lo spazio si espande e abbraccia la sala da pranzo, un’area che sfrutta l’inclinazione delle pareti per non essere visibili dall’ingresso

L’area soggiorno è progettata anche in forma aperta ma è altresì protetta dalla vista e gode di un livello di privacy grazie al gioco geometrico spaziale. Le camere sono situate dietro un vestibolo delineato delle pareti. Il vestibolo è ampio, con un ripiano da pavimento a soffitto che si apre verso la sala da pranzo per portare una luce naturale nello spazio. Il vestibolo porta al bagno, progettato come una camera singola ma in realtà è suddivisa in 3 aree: una grande area lavandino, due bagni separati WC e una zona bagno e doccia

Il risultato è uno spazio che può essere utilizzato comodamente da più persone allo stesso tempo. Ultimo ma non meno importante, le spaziose camere da letto sono collegate da un’ampia vetrata scorrevole in vetro trasparente che si apre in modo che i bambini possano giocare in una sola camera aperta, così che la luce dal cortile esterno possa raggiungere tutta la camera da letto per bambini

Le due uscite verso il cortile dal salone sono state gestite in modo univoco, con una grande finestra vetrata la cui struttura è visibile solo dall’esterno. L’impressione dall’interno è che non c’è finestra, solo aria, mentre la porta è appesa dall’interno e con telai spessi per dare l’impressione di massa e di forza, in modo che la facciata sia lasciata con vuoti puliti, senza costruire cornici e rivestiti con microcemento bianco

Il bagno è un locale buio e lucido che mostra uno specchio retroilluminato. Le camere da letto sono trattate con diversi colori sulla parete che li collega, ma a causa dell’accesso a 45 gradi, entrando sembrano camere indipendenti. Alcuni pilastri e travi in ​​calcestruzzo sono stati lasciati visibili per sottolineare la struttura sottostante e dare alla stanza una texture aggiuntiva. Queste superfici sono state utilizzate anche per nascondere l’illuminazione

La connessione tra gli elementi metallici è sempre in linea con il modello a 45 gradi, anche nelle connessioni più piccole. Originariamente questo era uno spazio per uffici, un grande rettangolo che collega a un cortile interno e con una piccola finestra che dà fuori ad una luce minuscola. La trasformazione in una dimora richiede uno sfruttamento dello studio geometrico per garantire gli spazi grandi e aperti specificati dai clienti, ma allo stesso tempo implicano e suggeriscono la posizione di ciascuna stanza senza dover segregarli

 

GALLERY

PROGETTISTA

DATI PROGETTO

Arkitecture ADV 03 - 300x400
Arkitecture ADV 01 - 300x250