Libera Università di Bolzano a Brunico. La funzionalità tra passato e presente

Il progetto realizzato dall’Architetto Roland Baldi riguarda la nuova sede della Libera Università di Bolzano a Brunico, che ospitava il liceo scientifico. Una ristrutturazione totale che ha aumentato la superficie e reso funzionali gli ambienti

Per la sistemazione dei corsi per il management turistico della Libera Università di Bolzano, l’Architetto Roland Baldi sviluppa un progetto su un edificio esistente. La struttura viene adattata ed ampliata, escludendo però un intervento negli spazi al piano terreno in diretta connessione con la città, che al momento ospitano la biblioteca civica

L´edificio è stato posto sotto diretta tutela della sovrintendenza alle Belle Arti, è stato sviluppato in tre differenti fasi: la ricostruzione ed il restauro dell’esistente, la costruzione di un nuovo vano scala posizionato esternamente all´edificio, e la costruzione di una nuova aula magna

Oltre agli ambienti destinati ai corsi per il managementt, la sala sotterranea, completa di spazi accessori, è stata destinata anche all’utilizzo da parte dei cittadini per lo svolgimento delle pubbliche assemblee civiche

Il cortile esistente sopra l´aula magna è stato ribassato ad una quota inferiore rispetto al livello della strada

Per adattarlo a diverse esigenze l’Architetto Roland Baldi ha progettato uno spazio aperto, sgombro da arredamenti fissi al fine di adattarlo a molteplici usi. La pavimentazione è stata realizzata unicamente in pietra

L’Architetto Roland Baldi nel recupero dell’edificio, amplia gli spazi, aumentandone le funzionalità. La nuova Università di Bolzano a Brunico è ora adatta ad ospitare, oltre all’ordinaria attività didattica, anche quella civica

 

GALLERY

PROGETTISTA

DATI PROGETTO

Arkitecture ADV 03 - 300x400
Arkitecture ADV 01 - 300x250