ARCHITETTURA | Padiglione a Noceto, in provincia di Parma, lo studio Zermani Associati realizza l'edificio-padiglione ricavandolo in luogo di una piccola rimessa e rispetta l'ingombro planimetrico e le cubature preesistenti

David Caspar Friedrich dipinge, nel 1805-6, due piccoli quadri fondamentali per la comprensione del suo lavoro: La finestra destra e La finestra sinistra dello studio d'artista.

Da quelle finestre, dalla sua casa, la percezione del paesaggio è filtrata attraverso il punto di vista offerto dal serramento a croce, che ne diviene cornice ed elemento d'ordine, un ordine, per Friedrich, anche divino.

Questa questione del punto di vista, per l'artista tedesco termine di osservazione del paesaggio intonso ottocentesco, è fondamentale oggi nella condizione occidentale, in cui interferiscono sull'orizzonte elementi incongrui.

Ci sono oggetti e panorami che si trasportano, dentro cui si può guardare e tali sono oggi spesso le architetture che possiamo costruire e pensare, come i panorami sottovetro.

Il padiglione è ricavato in luogo di una piccola rimessa e rispetta l'ingombro planimetrico e le cubature preesistenti.

La costruzione, appendice alla casa di abitazione esistente, può essere pensata come una macchina per guardare il paesaggio.

I due fronti a est e a ovest sono completamente chiusi, il fronte a nord, rivolto verso l'ingresso alla proprietà e la ferrovia, è completamente aperto, il fronte a sud, rivolto verso il paesaggio agrario e la collina, è diviso in due parti, l'una chiusa, l'altra aperta in forma di una grande finestra crociata.

L'interno è diviso da un solaio nelle parti corrispondenti al muro ed è a tutta altezza nella parte corrispondente alla finestra, ove è collocata la scala che collega i due livelli.

Chi cammina nel paesaggio coglie l'edificio come un parallelepipedo diviso in due, per metà murato in mattoni a vista di diverse tonalità cromatiche, per metà aperto in una grande finestra che consente di osservare l'interno e, in trasparenza, addirittura la ferrovia e il piccolo casello posti poco lontano.

Chi sta all'interno vede, nelle campiture della grande croce in ferro, frammenti della prima collina e, in distanza, l'Appennino.

Articoli

Progettista

Zermani Associati
Lo Studio di Architettura Zermani e Associati ha sede in Parma

Seminari on-line