FOCUS | Un sistema innovativo, proposto dall'azienda Xella Italia - Ytong, per la risoluzione dei ponti termici in corrispondenza di nodi caratteristici quali fondazioni, pavimenti, bordi delle finestre e coperture. Una muratura a taglio termico dalle alte prestazioni isolanti e meccaniche

Nel recupero e ampliamento edilizio di edifici esistenti, le varie parti dell'involucro devono essere studiate con cura per la risoluzione ottimale dei ponti termici. Un sistema innovativo, studiato dai laboratori di ricerca e dall’esperienza Xella é andato alla base del problema per risolvere definitivamente il nodo dei ponti termici e la risalita di umidità capillare nelle murature.

Alte prestazioni isolanti e meccaniche
Sfruttando le caratteristiche della tecnologia del calcestruzzo cellulare, é stata realizzata una soluzione semplice, caratterizzata da prestazioni isolanti e meccaniche ottimali, in grado di integrarsi perfettamente in tutti i sistemi costruttivi, indipendentemente dai materiali utilizzati per la realizzazione dell’edificio.

Il taglio termico
Il risultato é stato il blocco Ytong Taglio Termico, costituito da un elemento da muratura in calcestruzzo cellulare con la particolarità dell’aggiunta di un additivo idrofobo che ne determina la specificità. Il blocco Ytong TT, per le sue proprietà, trova impiego ideale in molteplici applicazioni, risolvendo i ponti termici che solitamente si formano in tre caratteristici nodi costruttivi:
• la fondazione
• il pavimento del piano terra o di separazione con ambienti non riscaldati
• i bordi delle finestre e la gronda della copertura

Sistema contro umidità e muffe
Da un alto, le proprietà idrofobe del blocco consentono di frenare la risalita di umidità capillare, proteggendo la muratura da tutte le patologie che ne conseguono, ovvero sfarinamenti o distacchi dell’intonaco, macchie di umidità, formazione di muffe e proliferazione di alghe. Dall’altro le caratteristiche di isotropia e isolamento termico del blocco (conforme ai requisiti del D.M. 26/03/2015 di attuazione della legge 90/2013, in vigore dal 01/08/2015 e ai requisiti di CasaClima) consentono di correggere in modo efficace i ponti termici tipici delle murature tradizionali.

Risoluzione della dispersione termica
I mattoni forati, infatti, soffrono di una differenza di capacità isolante fra la direzione verticale e quella orizzontale: la faccia del mattone a contatto con le fondazioni, con i solai freddi o con i bordi delle finestre, (proprio a causa dei fori) non è in grado di bloccare la dispersione termica nel senso verticale compromettendo così l’efficacia dell’isolamento dell’involucro e creando pericolosi abbassamenti della temperatura nelle zone limitrofe che possono dar luogo a problemi di condensa e muffe.

Continuità di isolamento
Posato nel punto di contatto fra la piastra di fondazione - o solai a contatto col terreno o con locali non riscaldati - e le pareti verticali, siano esse esterne o pareti divisorie i blocchi Ytong TT creano una fondamentale continuità di isolamento fra le coibentazioni classiche di pavimenti e pareti, proteggendo la superficie orizzontale sotto la prima fila di mattoni dalle basse temperature esterne e le intere pareti dall’umidità capillare.

Inoltre i blocchi garantiscono una resistenza meccanica sia a compressione che a taglio, adeguata anche per gli edifici esposti ad alto rischio sismico. La lavorazione è molto semplice: come tutti i blocchi della gamma Ytong è estremamente leggero, facile da sagomare e non richiede particolari prodotti complementari per la posa in opera: si possono utilizzare infatti le stesse malte di ammorsamento e gli stessi intonaci usati per il resto della parete.

Articoli

Azienda

Xella Italia - Ytong
Via Zanica, 19K, 24050 Grassobbio BG, Italia
035 452 22 72
800 88 00 77

Prodotti

Richiedi Info