ARCHITETTURA | Studio DiDeA ristruttura a Palermo il nuovo Bistrot Cento61, un vecchio ristorante situato in un edificio storico degli inizi del ‘900, realizzando il desiderio della committenza di creare un locale speciale dall’atmosfera leggera e informale

A Palermo, lo studio di progettazione DiDeA, si occupa della ristrutturazione di BistrotCento61, un vecchio ristorante all'interno di un antico palazzo degli inizi del '900, concretizzando la richiesta del commitente di creare un luogo d'incontro dall'atmosfera leggera e informale in cui poter accogliere la clientela.

Trasformazione del seminterrato
Il locale è introdotto da un ampio spazio esterno che si sviluppa poi su 130 mq interni ad una quota ribassata di 1.50 m. La sfida progettuale è trasformare il seminterrato in un spazio arioso, valorizzando il giardino con finiture e materiali che amplifichino la luminosità interna.

Valorizzare il giardino
La grande palma centenaria definisce il cardine attorno a cui si snoda il progetto del giardino, articolato attraverso semplici elementi su diversi livelli: al piano strada, un lungo bancone e alti sgabelli in metallo si affacciano sul livello inferiore dove tavolini in metallo e ampie sedute in legno ritmano lo spazio.

Metallo bianco
La costante dei diversi ambienti all’interno del locale è rappresentata dal metallo verniciato bianco; un elemento dagli echi industriali declinato sulle pareti come supporto neutro così da accentuare la luminosità e la percezione fluida e continua dello spazio.

Alternanza di materiali e cromie
Gli elementi metallici, dispiegati lungo tutte superfici verticali, si alternano a pannelli in rovere, a lastre in marmo di Calacatta, agli inserimenti in blu Niagara creando una geometria di colori pieni e materiali caldi che rende vivo e accogliente l’interno; le tinte giallo e azzurro fluo delle sedute, alternate al blu cobalto dei divanetti accendono ulteriormente l’ambiente.

Nuovi punti luce
Il progetto di illuminazione prevede due striscie di luce led continua e dimmerabile posizionate dietro la rete metallica, che ne aiuta la diffusione; dalle strutture a soffitto le lampade a sospensione in ottone di Flos diventano nuovi punti luce per ogni stanza.

Vegetazione interna
All’interno vengono posizionate piante come Filodendro, Hederina, e Ficus rampicante sistemati nei vasi cubici, poggiati sulle strutture a parete o sospese alle strutture a soffitto: la vegetazione è interpretata come elemento del progetto.

La continuità tra esterno ed interno viene sottolineata dall'utilizzo del verde che permette di arricchire gli interni di un elemento naturale e vivente, fondamentale nella creazione di un ambiente accogliente e informale.

Fotografie di Studio DiDeA Architetti Associati

Articoli

Progettista

Studio DiDeA Architetti Associati
DiDeA è uno studio associato (Nicola Giuseppe Andò, Emanuela Di Gaetano, Giuseppe De Lisi, Alfonso Riccio) di Palermo, che si occupa di progettazione e servizi all’architettura, dalla pianificazione territoriale, al restauro ed intervento sull’esistente, all’interior e graphic design.