ARCHITETTURA | Intervento di riqualificazione del Castello dei Marchesi Costa del Carretto, nel Comune di Garlenda. Il progetto dell'Architetto Marinella Orso lo trasforma in centro polifunzionale con ristorante riportando alla luce un gioiello del territorio ligure

L'Architetto Marinella Orso ha svolto l'impegnativo compito si sviluppare il progetto di riqualificazione e recupero del Castello dei Marchesi Costa del Carretto, sito nel Comune di Garlenda, in provincia di Savona.

Centro polifunzionale
L'obiettivo finale perseguito dal Comune é stato la realizzazione di un centro polifunzionale destinato a museo sull’evoluzione storica delle tecnologie della vinificazione integrato da una sala convegni e da spazi per mostre.

Il ristorante
Non solo spazi adibiti a conferenze ed esposizioni, ma anche vetrina per le iniziative turistico-culturali del comprensorio, grazie alle nuove funzioni localizzate nel piano sottotetto occupato dalle cucine e dal ristorante tematico.

Storia del Castello
Il Comune di Garlenda, proprietario dell’immobile risalente al XII sec., trasformato in palazzo fortificato con guardiole d’angolo nel sec. XVI ed ampliato nel 1832 con la creazione del volume a due piani ha voluto perseguire quindi un intervento che facesse del castello un punto di attrazione sul territorio.

Filosofia di intervento
Gli interventi di restauro sono stati realizzati e condotti da una parte nel rispetto dei caratteri tipologici originari, e dall'altra con la consapevolezza che la vita di un edificio è un percorso attraverso il tempo inteso non solo come una patina che progressivamente avvolge l’opera costruita, bensì come opportunità /possibilità di adeguamento per nuovi livelli di utilizzo.

Restauro cantine e coperture
In funzione di questi due aspetti, gli interventi hanno interessato inizialmente i piani canti-ne e rialzato per poi essere estesi al restauro delle coperture e dei fronti mediante smaltimento della copertura in eternit e realizzazione di nuovo manto in abbadini di ardesia.

Tecniche innovative
I lavori sono poi proseguiti con il rifacimento del tetto del corpo ottocentesco e il recupero delle tegole in laterizio originarie, con il restauro della struttura lignea della copertura e sostituzione degli elementi deteriorati individuati utilizzando la tecnica del rilievo tridimensionale eseguito con LASERSCANNER 3D ed esecuzione di indagini resistografiche e di laboratorio.

Le facciate esterne e gli intonaci
Le facciate esterne hanno previsto il consolidamento delle lesioni presenti sulle murature e il restauro degli intonaci in fase di distacco. Per il rifacimento degli intonaci in pessimo stato di conservazione é stato utilizzato intonaco a base di calce idraulica naturale NHL 5, procedendo inoltre con il restauro delle superfici lapidee della torre, il restauro degli affreschi mediante consolidamento degli intonaci con iniezioni di resina acrilica in emulsione e silicato di etile, la colatura di malta liquida adesiva e ripresa delle coloriture e infine con la riparazione degli infissi e delle persiane in legno.

Un intervento impegnativo frutto di una collaborazione riuscita tra Comune e Progettista, che ha riportato al suo fasto originario, questo castello ligure e che diviene così "pienamente" il centro di attrazione e di riferimento per il territorio circostante.

Arch. R. Fabio Sciacca

Articoli

Progettista

Marinella Orso Architetto
Marinella Orso è nata ad Albenga (SV) nel 1958 e si è laureata in architettura presso la Facoltà di Architettura di Genova nel 1983 sostenendo una tesi in materia di riqualificazione urbana pubblicata sulla rivista "Argomenti di architettura: Genova anni Novanta"

Seminari on-line