ARCHITETTURA | Un appartamento a Barcellona, costituito da una concatenazione di piccoli ambienti, è stato rinnovato dagli Architetti dello studio ffwd che hanno valorizzato le caratteristiche strutturali e architettoniche tipiche delle abitazioni dell'Eixample di Barcellona

Lo spazio interno esistente era un piano tipo tipico dell'Eixample di Barcellona, in cui la distribuzione interna è mantenuta intatta, costituito da una concatenazione di piccoli ambienti, da elementi caratteristici strutturali, pavimenti, soffitti e da modanature perimetrali tipiche, soffitti a cassettoni e da un'altezza interna di 350 cm, oltre ad alcuni elementi singolari come il camino murale. 

Gli obiettivi principali della riforma sono stati valorizzare gli elementi che definiscono il pavimento stesso, per preservare l'essenza dello spazio. Gli Architetti volevano che fosse possibile associare lo spazio interno al tipo di edificio in cui si trova e modificare la disposizione interna, in modo che la luce naturale raggiunga tutte le stanze sul pavimento. La distribuzione originale aveva diverse stanze buie nella parte centrale dell'abitazione.

La proposta di distribuzione per il pavimento ruota attorno all'aumento di un ampio spazio abitativo nella parte interna dell'edificio. Qui troviamo l'area da pranzo, soggiorno e lettura, che si articolano in modo diafano lungo una grande biblioteca. La cucina ha una relazione visiva con lo spazio da pranzo attraverso le finestre a ghigliottina che le comunicano. Parallelamente al grande spazio del giorno, troviamo la stanza principale, che consiste in una camera da letto, uno spogliatoio e un bagno. Nella zona del pavimento a contatto con la strada sono state conservate due stanze esistenti, in cui si trovano uno studio e una seconda camera da letto.

Negli ambienti in cui sono stati trovati i pavimenti di qualità, questi sono stati preservati. Nella sottrazione degli spazi, dove era necessaria una nuova pavimentazione, si è deciso per la posa di un parquet di rovere invecchiato. Nel bagno principale e in cucina, il pavimento e le pareti sono state coperte con piastrelle della serie Azulej, disegnata da Patricia Urquiola. Si tratta di piastrelle in gres porcellanato che reinterpretano e aggiornano il linguaggio dei tradizionali pavimenti. 

Le altezze originali del soffitto sono state conservate e, nei casi in cui è stato necessario, sono stati riprodotti i controsoffitti esistenti, adottando il linguaggio delle modanature e delle rosette. 

La gamma cromatica scelta per le pareti cerca di creare un ambiente accogliente e confortevole, moderno e senza tempo. Il disegno del pavimento è moderno, tipico degli anni '50, con influenze di stile nordico. I pezzi contemporanei si combinano con sedie e mobili vintage di proprietà familiare.

Articoli

Progettista

FFWD ARQUITECTES
FFWD són Laia Guardiola Raventós i David Benito Cortázar.

Seminari on-line