FOCUS | Il sistema Ferrisolution®, proposto dall'azienda Ferri S.r.l. per il ripristino delle facciate nel Condominio “Airone” a Piacenza, ha consentito ottimi risultati grazie ad un ciclo completo. L'alternanza delle fasi di analisi, verifica, applicazione hanno permesso sia la risoluzione dei problemi causa del degrado, che la garanzia di durabilità nel tempo

La manutenzione degli edifici é oggi un tema importante che interessa particolarmente l'Italia, con il suo immenso patrimonio di edifici storici e non solo, da riqualificare. Manutenzione intesa non solo come miglioramento energetico,ma anche come riqualificazione delle facciate che prevengano problemi di staccamento di intonaci, ammaloramento dei muri e nei casi più gravi problematiche successive di degrado strutturale delle varie parti dell'edificio.

La risoluzione dei problemi dovuti al degrado delle facciate proposta dall'azienda Ferri S.r.l. prevede il pieno ripristino, in cui é offerto non solamente un prodotto, ma un servizio al progettista o al cliente in termini di consulenza e supporto, in cui si alternano varie fasi per una corretta risoluzione del problema.

Le fasi sono le seguenti: Analisi, Prova di strappo, Test di compatibilità chimica, Chiusura fessurazioni e crepe, rasatura armata e finitura colorata. Analizziamo nel dettaglio le fasi elencate

Analisi del degrado
La fase di analisi é fondamentale per comprendere le cause di degrado e individuare le soluzioni di ripristino degli elementi costruttivi principali in facciata quali: telaio in calcestruzzo armato, pannelli di tamponamento, balconi e gronde, fasce marcapiano e cornici di balconi e finestre.
Sebbene spesso la scelta dei cromatismi delle finiture o delle tinteggiature rappresenti l’elemento di maggior impatto visivo, un buon intervento di manutenzione delle facciate dipende dalla verifica e preparazione delle superfici da trattare.

Prova di strappo
Questa fase é la prima parte della verifica del supporto, e consente di verificare se una sola applicazione di primer isolante e consolidante (F60) ad alta penetrazione consente di assicurarsi una superficie di fondo sicura. La prova di strappo é predisposta su una superficie di circa 1 mq, in cui viene applicato la malta rasante antiritiro (FP98) in due strati con interposta rete di armatura (FKR23 INT 10x10). Dopo 10 giorni, a maturazione avvenuta é possibile valutare l'idoneità del supporto strappando la rete e verificando:

1. se il distacco coinvolge solo il secondo strato di rasatura é possibile procedere con il ciclo di ripristino in quanto sufficientemente solido;
2. se il distacco coinvolge anche parte del vecchio intonaco bisogna provvedere alla rimozione completa dello stesso;

Test di compatibilità chimica
Rappresenta la seconda fase della verifica del supporto. Nel caso in cui il supporto si presenta ancora ben ancorato, ma rivestito da vecchi intonachini, è importante verificare la compatibilità chimica in modo da non compromettere l’adesione al nuovo rasante. Il processo di verifica viene denominato "saponificazione", ovvero l'immersione di un campione del vecchio rivestimento in una soluzione composta da 100 grammi di malta rasante antiritiro (FP98) e un litro d’acqua e la valutazione a distanza di 48 ore. Nel caso in cui il risultato dimostri l'incompatibilità dei due prodotti si rende necessaria la rimozione completa del vecchio supporto.

Chiusura di fessurazioni e crepe
Necessario é il trattamento e la chiusura preventiva di eventuali fessurazioni e/o crepe dovute a dilatazioni termiche tra i diversi materiali. Una prima fase di trattamento consente di regolarizzare le fessure con l'ausilio di un flessibile, mentre la seconda fase cioè la sigillatura prevede la pulizia della polvere e la sigillatura mediante l'applicazione della bandella adesiva (FP98-BAND)

Rasatura armata
Dopo la picozzatura della superficie, è possibile procedere con la rasatura utilizzando il rasante per restauro minerale fibrorinforzato antiritiro (FP98) per spessori da 3 mm a 30 mm, in due mani successive con interposta/annegata rete di armatura (FKR23 INT 10x10), sovrapposta almeno di 10 cm nelle giunzioni

Finitura colorata
L'ultima fase prevede l'applicazione del rivestimento secondo due tipologie di intervento:
1. rivestimento minerale bianco e successiva tinteggiatura con pittura silossanica per esterni previo fondo isolante
2. rivestimento silossanico colorato (FRC 29), applicabile dopo 10 giorni di stagionatura

Il sistema proposto dall'azienda Ferri si conclude con il rilascio del Certificato di Garanzia sul lavoro svolto. Un processo completo in cui l'alternanza delle fasi di Analisi, Verifica, Applicazione hanno lo scopo ultimo di garantire oltre che la risoluzione dei problemi di degrado anche una durabilità nel tempo

Articoli

Azienda

Ferri S.r.l.
Via Emilia Ovest, 58, 43036 Fidenza PR, Italia
+39 0524 520312

Prodotti

Richiedi Info