Abitazioni unifamiliari in Andalusia. Architettura sensoriale: tra luci ed ombre

Situato nella comunità autonoma dell'Andalusia, nella comunità di Alosno, Huelva, in Spagna, l'edificio ristrutturato dallo studio di Architettura Castillo Oli affidandosi si affida all'architettura sensoriale

Un edificio cieco è proiettato all’esterno, bianco, rotondo, che nega le sue lacune. Questo è il progetto dell’Architetto visto dall’esterno. Un solido prisma che chiude l’angolo nella sua materia bianca

Di giorno solo un occhiolino, la permanenza di un ricordo per quello che era, quell’angolo arrotondato…Di notte l’evanescenza della tettonica, la luce che attraversa la pietra, la materia che si afferma e allo stesso tempo confonde

All’interno, spazi diafani separati da superfici vetrate che giocano con la luce, i riflessi e l’immaterialità. L’interno, arabo nella verticale, che dissipa il calore dall’alto, l’ombra in basso, l’aria che circola attraverso l’acqua in movimento

Lo spazio è intriso di sensazioni, luci, ombra e materia si mescolano nell’ambiente della ristrutturazione effettuata dallo studio di progettazione Castillo Oli. L’edificio vince il XXII premio di Architettura della scuola ufficiale degli Architetti di Huelva

 

GALLERY

PROGETTISTA

DATI PROGETTO

Arkitecture ADV Formazione 01 - 300x400

NEWS

Arkitecture ADV 03 - 300x250