Abitazione in Piemonte. Architettura sobria ed affascinante per un edificio del ‘900

Lo studio Cimmino Architetti ristruttura un edificio in collina, vicino il Lago Maggiore in Piemonte, accogliendo tutte le sensazioni dei sogni, rispettando le tracce del passato e rendendo confortevoli i nuovi spazi dalle moderne esigenze abitative

Lo studio Cimmino Architetti soddisfa la committenza desiderosa di realizzare un posto, nei pressi del Lago Maggiore, in Piemonte, dove si potessero raccogliere i pensieri e dove l’Architettura fosse sobria ed affascinante. C’era un sogno: trovare un piccolo giardino che stimolasse il bisogno dì contatto con la terra. C’era un altro sogno: la voglia di raccoglimento e di evasione dal quotidiano, il desiderio di vivere in spazi che rispettassero la storia dell’edificio

II sogno si concretizza, un vecchio edificio, risalente al 1910 immerso nel verde, nel paese di Gingnese (VB) fraz. Nocco a 700 m slm, è stato ristrutturato attraverso il recupero di tutti gli elementi rimasti a testimoniare la storicità dello stesso, come i vecchi pavimenti in cemento con i loro decori, la scala in sasso, le balaustre in ferro battuto, il disegno dei serramenti e delle porte interne, il pozzo in cantina

I progettisti hanno realizzato due aperture, per creare un rapporto diretto con il giardino e il panorama circostante identiche per dimensioni e disegno a quelle esistenti, in modo da aprire la vista dalla casa verso l’abitato di Gignese

La scelta dei materiali, legno, sasso, rispetta il passato dell’edificio: i muri sono stati intonacati con la calce del Brenta, al fine di rendere l’atmosfera interna più morbida e variegata. Dopo aver rimosso la tappezzeria anni 70 del corpo scala, i muri presentavano segni evidenti di una colorazione a strisce verticali, pertanto, seguendo lo stesso disegno il decoratore ha provveduto al suo ripristino

Anche per quanto riguarda l’impianto elettrico è stato mantenuto un legame con il passato della casa. Realizzando l’impianto con fili a treccia esterna ed interruttori rotativi in porcellana bianca. I corpi illuminanti sono stati scelti secondo i canoni del design moderno, e nelle loro forme ricordano il passato conferendo una sobria eleganza agli ambienti

I pavimenti in legno a listoni di rovere abbinati alla scala in sasso danno una forte connotazione del passato dell’edificio. La pavimentazione esterna è stata realizzata in sasso di beola a forma rettangolare

Un vecchio glicine ingentilisce l’ingresso dell’edificio, mentre nella parte opposta della casa, si accede al giardino tramite una portina, mitigata da un roseto ed un gelsomino di fiori bianchi profumati. Per accedere al livello inferiore del giardino è stata realizzata una scala in legno di cedro, un piccolo percorso in ghiaia porta ad una zona ombreggiata e riparata da sguardi indiscreti da una quinta verde

Lo studio Cimmino Architetti progetta anche l’area verde rispettando la piantumazione esistente, che si presenta variopinta in modo da regalare profumi e colori ad ogni stagione. Una parte del giardinetto è stata adibita ad orto tematico, diviso da piccole siepi di bosso. I tre cipressi, simboleggiano, il benvenuto, l’amicizia e l’ospitalità, messaggio che accoglie chi accede alla casa

GALLERY

Italia
Residenza
Restauro
PROGETTISTA

DATI PROGETTO

Località: Nocco, Italia
Tipologia: Residenza
Klimahouse 2019 - 300x400

NEWS

Arkitecture ADV 01 - 300x250